Agenda attivismo

feb
21
mar
2017
[Genova] Presentazione “L’invenzione della specie” @ Centro di Documentazione e Circolo Libertario Valbisagno
feb 21 @ 18:00

Centro di Documentazione e Circolo Libertario Valbisagno Piazza Adriatico, Genova

“L’invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri” (Ombre Corte 2016)loc genova 21-2 web

Presentazione del libro con l’autore Massimo Filippi

Martedì 21 febbraio

ore 18.00 con apericena

feb
25
sab
2017
[Brescia] Presentazione “L’invenzione della specie” @ Bistrot Capre e cavoli
feb 25 @ 18:30

2locbs“L’invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri” (Ombre Corte 2016)

Presentazione del libro con l’autore Massimo Filippi

Venerdì 25 febbraio

ore 18.30 presentazione e dibattito

ore 20.00 apericena

feb
26
dom
2017
[Milano] Presidio davanti a Eataly contro ogni allevamento @ Eataly
feb 26 @ 15:30

eatalyMilano piazza XXV Aprile – ore 15.30

Presidio davanti ad Eataly

Contro ogni allevamento

Indiciamo una manifestazione in Piazza XXV Aprile, davanti ad Eataly, per protestare contro lo sfruttamento, la riproduzione coatta e lo sterminio degli animali non umani. Forti della convinzione che nessun animale desideri essere prigioniero e di essere mandato al macello, proponiamo a tutti i gruppi e ai singoli attivisti impegnati sul territorio lombardo di unirsi contro ogni forma di oppressione nei confronti delle vite animali.

In una società che si pretende libera ed egalitaria, non dovrebbe esserci posto per gabbie e catene, per ganci e coltelli di macelleria. Non vogliamo recinti più spaziosi, non vogliamo vitto e alloggio migliori per i condannati a morte: fuori dalla disputa sugli allevamenti intensivi e quelli tradizionali (non meno violenti e castranti dei primi, nella sostanza, ma certamente più suadenti e rassicuranti per i consumatori), reclamiamo la piena libertà di tutti e tutte le detenute, a prescindere dal genere, dalla razza o dalla specie con cui vengono etichettate.

Contro ogni dispositivo di controllo e manipolazione delle nostre vite, coerentemente invochiamo il diritto di ciascun animale di amarsi e figliare con chi vuole, al di fuori dei ritmi imposti dai piani di produzione delle fabbriche di carne, latte, uova e quant’altro. Sosteniamo il veganismo come pratica alimentare dissidente, ma soprattutto auspichiamo un coinvolgimento crescente nella lotta per la liberazione degli animali (umani e non).

Sognando con determinazione e lucidità di rendere sempre più tangibile un mondo senza carneficine e spargimenti di sangue, speriamo in una larga partecipazione di tutt* coloro che verranno a conoscenza di questa iniziativa. Il giorno della manifestazione invitiamo ciascun* a vestirsi di nero, in segno di lutto. Saranno esposte delle lapidi che rievocano le vite degli animali vittime dello specismo.